Rendiconto 8xMille

Dal 1990 con la Legge 222/85 lo Stato italiano riserva ogni anno l’8xmille del gettito complessivo dell’Irpef per scopi sociali, umanitari, religiosi. Con questa Legge 222 il cittadino contribuente sceglie chi gestirà i fondi dell’8 per mille Irpef (art. 47), apponendo la propria firma in un apposito spazio nella dichiarazione dei redditi.

Il contribuente può scegliere di affidare la gestione di quei fondi direttamente allo Stato oppure alle confessioni religiose che hanno stipulato un accordo con lo Stato italiano.

La Chiesa cattolica italiana è, tra queste confessioni, l’Ente a cui i contribuenti italiani hanno dato più fiducia.

La legge 222/85 sancisce le finalità dei fondi che devono essere utilizzati “dallo Stato per interventi straordinari per fame nel mondo, calamità naturali, assistenza ai rifugiati, conservazione di beni culturali; dalla Chiesa cattolica per esigenze di culto della popolazione, sostentamento del clero, interventi caritativi a favore della collettività nazionale o di paesi del terzo mondo” (art. 48).

 

In questa pagina l’Ufficio Economato Diocesano rende disponibili i dati circa le Assegnazioni e le Erogazioni delle somme attribuite alla nostra Diocesi dalla Conferenza Episcopale Italiana (ex art. 47 della legge 222/1985)

 

ANNO 2018

C.E.I. Rendiconto Assegnazioni 2018

C.E.I Rendiconto Erogazioni 2018

C.E.I. Relazione Rendiconto Otto per Mille 2018

 

ANNO 2019

C.E.I. Rendiconto Assegnazioni 2019